Carrello
Continua lo shopping
  Aggiunto al carrello
Spedizione & reso gratuita sopra i € 40
Consegniamo come al solito
45 giorni diritto di reso
Tutti i paesi

Mute

Guida all'acquisto

Consiglio del pro

Quando scelgo una muta, mi assicuro che lo spessore sia allineato alla temperatura dell'acqua. Più sto al caldo, più conservo energia da sfruttare per prendere le onde. Ecco tutto

Charly
Charly
Product Content

Capitolo 1

Quale tipo di muta?

Aspettando le onde in una muta steamer

Le mute vengono realizzate in neoprene. Questo materiale offre grandi vantaggi: è molto elastico, è isolante e protegge la tua pelle dai raggi UV e da ferite. Semplicemente perfetto per il surf.

La scelta della muta dipende dalle condizioni in cui pensi di trovarti. Per esempio, avrai bisogno di un set-up molto differente se surferai nel mare tropicale di Bali, oppure nel frigido Mare del Nord o nel freddo Oceano Atlantico. Pensa a dove andrai a surfare e poi scegli la muta che possa abbinarsi alle condizioni.

Dove
surfi?

Rash guard, lycra e magliette da surf

Nelle acque tropicali puoi surfare senza neoprene. Usa delle lycra slim fit o magliette da surf dal taglio morbido. Questi top leggeri sono facili da indossare e ti proteggono da scottature e dai graffi della cera sulla tua tavola. Un ulteriore plus: puoi buttar tutto in lavatrice dopo le tue sessioni di surf.

Combinali con boardshorts oppure bikini e un buon protettore solare e sarai pronto a surfare le acque tropicali più calde di 23°C.

Due surfisti con rash guard e muta corta

Mute corte

Con un clima più caldo, puoi comunque prendere freddo se rimani in acqua per molto tempo. Indossa mute corte o springsuit, oppure aggiungi uno strato con top in neoprene, magliette, shorts o surf leggings per rimanere al caldo.

Una ragazza con muta corta si prepara ad entrare in acqua con la sua tavola da surf

Mute intere

Queste mute classiche hanno diversi campi d'uso a seconda del loro spessore, struttura delle cuciture, protezione dal vento e imbottitura. Le braccia e le gambe sono lunghe e alcuni modelli per acque fredde hanno anche il cappuccio. Le mute intere offrono la miglior protezione e sono un must per le acque fredde.

Un surfista sulla sua tavola da surf indossa una muta lunga, per fare surf in acque fredde
Capitolo 2

Panoramica sullo spessore delle mute

Più l'acqua è fredda, più ti servirà una muta spessa. Lo spessore del neoprene è misurato in millimetri ed è elencato nella maggior parte dei nomi dei prodotti con numeri separati da uno slash: / . Il primo numero si riferisce al torso e il secondo numero agli arti. Per esempio, una muta 4/3 ha uno spessore di 4mm sul torso e uno spessore di 3mm su braccia e gambe. Normalmente, il materiale intorno al torso è più spesso, mentre è più sottile intorno alle aree del corpo che richiedono più mobilità. Questa combinazione garantisce il mix ideale tra calore e flessibilità.

Controlla questa linea guida approssimativa per aiutarti nel decidere cosa indossare a seconda delle temperature dell'acqua.

Temperatura dell'acqua

Stile di muta

Oltre 23°C

Rash guard & boardshorts

19 - 23 °C

Springsuit o mute corte

15 - 20°C

3/2 steamer

12 C - 17 C

4/3 steamer + stivaletti

9 - 13°C

5/3 o 5/4 steamer + stivaletti + cappuccio

Sotto i 9°C

6/4 steamer + stivaletti + cappuccio

Spessore
della muta

Springsuit e mute corte

Le springsuit e le mute corte sono progettate per acque calde e quindi utilizzano neoprene più sottile. I modelli si differenziano per lo spessore e per la lunghezza delle maniche e delle gambe. Sarà quindi facile trovare l'opzione migliore per te. Una cosa che hanno tutte in comune: mantengono il tuo torso al caldo e rimangono al loro posto - non importa quanto sia grande l'onda. Raccomandiamo questo tipo di mute per lunghe sessioni di surf in acque tra il 19° e i 23°C.

Ragazza surfer entra in acqua con una springsuit da 1 mm

Mute 3/2

Le mute con spessore di 3/2 mm sono le più vendute. Queste mute estive sono l'ideale per acque con temperature tra i 15°C e i 20°C. Una muta di 3 mm con un buon rivestimento termico e neoprene anti vento ti aiuterà anche in spots più freddi.

Ragazza surfer si prepara ad andare a fare surf in acque più fredde con una muta 3/2

Mute 4/3

Con una 4/3 puoi goderti la tua sessione di surf anche nei giorni più freddi. Queste mute ti tengono caldo ma allo stesso tempo ti offrono flessibilità. Guanti, stivaletti e cappucci opzionali con simile spessore manterranno le tue mani, i tuoi piedi e la tua testa al caldo.

Sessione di surf verso sera al freddo, con una muta 3/4

Mute da 5 – 6 mm

Se sei un amante delle acque fredde, allora le mute migliori per te saranno quelle con uno spessore di circa 5/3 mm, 5/4mm o addirittura 6/4mm. Combina queste mute invernali con accessori per ridurre al minimo la perdita di calore. Ricorda: puoi rinfrescarti facilmente aprendo la tua muta se hai troppo caldo - ma è molto difficile scaldarsi una volta preso troppo freddo.

Surfista fa surf nelle gelide acque dell'Alaska con muta spessa, cappuccio, guanti e stivaletti
Capitolo 3

Come deve calzarmi la muta?

E' importante che la tua muta calzi adeguatamente. Se è troppo stretta limiterà i tuoi movimenti. Se è troppo morbida entrerà troppa acqua, ti farà prendere freddo, aumenterà la resistenza e renderà l'attività di paddling più difficile. Per evitare il passaggio di acqua dovresti assicurarti che le aperture su collo e polsi siano ben strette.

Taglie
e vestibilità

Ogni brand è diverso dall'altro per vestibilità e taglie. Fortunatamente i marchi offrono tabelle delle taglie molto dettagliate rendendo più facile la tua scelta di una muta che sia perfetta per la forma del tuo corpo.

Controllare la tabella specifica del brand ti aiuterà a risparmiare un sacco di tempo evitandoti di provare troppi modelli.

Una ragazza pagaia nel mare sulla sua tavola da surf

Alcuni marche hanno anche taglie intermedie per facilitare la tua scelta. Queste taglie sono indicate dai produttori come "Short" oppure "Tall" in riferimento all'altezza, mentre le taglie regolari si riferiscono a una forma del corpo standard. Una MT è una muta media nella versione tall. Ad esempio, se sei alto e magro dovresti optare per una taglia MT.

Ragazzo in mare seduto sulla sua tavola da surf indossa una muta lunga
Capitolo 4

Cerniere della muta

Icone mostrano i diversi tipi di chiusure della muta da surf: zip posteriore, sul petto o no zip

Le cerniere ti aiutano ad entrare e uscire dalla muta. Ti sembreranno solo un piccolo dettaglio, ma fanno una gran differenza.

Le quattro tipologie di zip differenti funzionano bene a seconda delle varie condizioni.

Tipologie
di cerniere

Cerniera posteriore

La cerniera posteriore si apre dal collo fino alla parte bassa della schiena. La grossa apertura ti permette di vestirti e svestirti velocemente, rendendo questa muta l'opzione ideale per i principianti. Il materiale della zip è meno flessibile e meno resistente all'acqua rispetto al neoprene - quindi consigliamo questo sistema per climi più miti.

Ragazza cammina sulla spiaggia con la tavola da surf sotto braccio, indossando una muta corta con zip posteriore

Cerniera frontale

La zip frontale si apre dal tuo collo fino alla parte bassa del tuo torso. Questa apertura ti permette di indossare la muta facilmente. I sistemi a zip frontale sono disegnati per acque più calde e si trovano solitamente nelle springsuits e sono più comuni nei modelli da donna.

Ragazza sulla spiaggia indossa una springsuit con cerniera frontale

Cerniera sul petto

Le mute con cerniera sul petto sono più flessibili e calde per via del neoprene continuo lungo le spalle e la schiena. Sono un po' più complicate da infilare, ma ti offriranno un miglior isolamento dal freddo.

Ragazzo surfer si prepara indossando la sua muta con cerniera sul petto

Nessuna cerniera

La piccola apertura rende le mute senza cerniera più complicate da infilare, ma la flessibilità illimitata le rende il sistema più comodo per surfare. Le marche leader accoppiano questo sistema con il loro neoprene migliore per creare mute dalle prestazioni top. Se pensi di trascorrere molto tempo in acqua, questa è l'opzione premium.

Surfer felice dopo una sessione in acqua con la sua muta senza cerniera
Capitolo 5

Cuciture e tecnologie della muta

Le cuciture stanno diventando sempre più stagne, resistenti e flessibili per delle mute sempre più comode. Nelle mute di alta qualità, le cuciture sono strategicamente assenti nelle aree che richiedono maggior flessibilità e pannelli di materiale intelligenti permettono un fit anatomico.

Alcune mute presentano fodere isolanti ed a rapida asciugatura per assicurare un buon mantenimento del calore senza però compromettere la flessibilità.

Caratteristiche
della muta

Cuciture Flatlock

Questa è una tipologia di cucitura molto flessibile e resistente che si trova nelle mute estive. I pannelli delle mute sono cuciti attraverso il neoprene. Questa cucitura è progettata per far passare un po' di acqua per prevenire il surriscaldamento del corpo quando si surfa nelle regioni più calde.

Interno di una muta con cuciture flatlock

Cuciture incollate e cieche

Per questa tecnologia di cucitura, i pannelli in neoprene sono prima incollati insieme e poi cuciti con punti ciechi attraverso le aree incollate. Con questa tecnica, il materiale è solo cucito da un lato e non causa nessuna bucatura da ago nel neoprene, risultando in una cucitura più resistente all'acqua. Alcuni marche incollano e cuciono alla cieca diverse volte per rendere la cucitura più forte, più duratura e anche più resistente all'acqua.

Nastrature aggiuntive e sigillature liquide sono altre tecnologie per rinforzare le cuciture GBS (glued and blind stitched).

Dettaglio dell'interno della spalla di una muta con cuciture GBS

Cuciture nastrate

Nastri elastici e leggeri sono incollati alla parte interna della cucitura per migliorare comfort, durata e resistenza all'acqua. Le cuciture possono essere nastrate in aree specifiche ad alto stress o completamente nastrate.

Interno di una muta con cuciture nastrate

Cuciture sigillate a liquido

Il sigillamento a lquido è il metodo definitivo per ottenere delle cuciture senza perdite. Questo tipo di rinforzo delle cuciture è quello che lascia passare la minor quantità di acqua, quindi è essenziale per surfare in acque fredde.

L'interno della gamba di una muta con cuciture sigillate a liquido

Foera della muta

Per la ritenzione del calore, tutte le mute sono equipaggiate di un rivestimento termico, che può essere parziale o completo. Questi rivestimenti sono elastici, leggeri, resistenti all'acqua e facili da asciugare. Le tecnologie avanzate dei rivestimenti migliorano le proprietà isolanti così bene da permettere l'utilizzo di mute con neoprene più sottile anche in acque più fredde.

Interno di una muta con rivestimento sul torso

Rinforzi sulle ginocchia

I rinforzi sulle ginocchia permettono alla tua muta di durare più a lungo e aggiungono uno strato protettivo in più. Questo è molto funzionale per i take-offs, specialmente nei principianti.

Ginocchia rinforzate per proteggere il tuo corpo e la tua muta
Capitolo 6

Guanti, stivaletti e cappucci

Ogni tanto mentre surfi hai bisogno di qualche protezione in più. Stivaletti, cappucci e guanti completano il tuo set up per mantenere al caldo le tue estremità.

Scaldati
e proteggiti

Stivaletti per reef e acque fredde

Per surfare in zone di reef, l'ideale è l'utilizzo di stivaletti speciali. La robusta suola in gomma protegge i tuoi piedi dai tagli che possono essere causati da reef, ricci di mare e altri pericoli. Neoprene sottile e rete ti assicurano di non surriscaldarti troppo.

Stivaletti in neoprene più spesso (3 - 5 mm) sono ideali per surfare in acque fredde. Visto che i tuoi piedi sono la parte del corpo a maggior contatto con l'acqua, si raffreddano velocemente. Gli stivaletti, inoltre, aggiungono grip con le loro suole antiscivolo.

Il surfer professionista Mick Fanning indossa stivaletti prima di una sessione di surf in Alaska

Guanti e cappucci

I guanti sono un ulteriore e utile supplemento al tuo setup invernale. Possono essere disponibili come muffole, modelli a 3 dita oppure modelli a 5 dita. Le muffole sono sicuramente le più calde, ma limitano le abilità motorie più fini.

I cappucci offrono protezione contro il vento freddo e l'acqua. A seconda della temperatura esterna e quella dell'acqua, ci sono a disposizione diversi modelli di cappucci.

Un surfista entra in acqua per una sessione di surf indossando muta lunga, cappuccio, guanti e stivaletti
Capitolo 7

Soluzioni più eco-sostenibili alternative al neoprene

Uno svantaggio del neoprene è che i processi di produzione della gomma sintetica sono dannosi per l'ambiente. Fortunatamente, alcuni brand hanno sviluppato alternative più eco-friendly. Grazie all'utilizzo di tecnologie innovative e sostenibili, questi produttori hanno portato una ventata d'aria fresca nell'industria del surf.

Mute Patagonia Yulex

Patagonia si è messa al lavoro con Yulex™ per sviluppare un'alternativa al neoprene che fosse rinnovabile ed a base vegetale. Le loro mute prive di neoprene sono realizzate all'85% da gomma naturale, derivata da fonti che sono certificate Forest Stewardship Council® dalla Rainforest Alliance, ed al 15% da gomma sintetica priva di cloro, per ridurre la dipendenza da petrolchimici.

Surfer durante una sessione di longboard indossa una muta Yulex Patagonia
Più info sull'argomento Surf
Tutte le guide all'acquisto